COME ILLUMINARE UN BAGNO CIECO SENZA FINESTRA

Il regolamento edilizio in Italia prevede che in presenza di due bagni in casa, uno di questi può essere privo di finestra e quindi con ventilazione forzata, ma se per il  ricambio d'aria si può ricorrere
all'installazione di una ventola, come si può illuminare un bagno senza finestra?

I cieli azzurri di CoeLux                                   


James Turrell: Deer Shelter Skyspace, 2006
Le plafoniere tradizionali in bagno non piacciono a nessuno, ma la sola luce dello specchio non basta ad illuminare il bagno.
Ci vorrebbe una vera e propria finestra, ci vorrebbe una magia!

La CoeLux di Como e il suo fondatore il professor Paolo di Trapani la magia sembra proprio che l'abbiano fatta inventando una finestra che simula non solo la luce naturale, ma anche un bel cielo azzurro.

L'effetto è quello di un lucernario a tutti gli effetti, con la particolarità però che può essere installato anche in un sotterraneo simulando una bella giornata anche quando tutte le altre finestre dicono il contrario.




Agevolazioni fiscali per cambiare il cancello elettrico

Le agevolazioni che non ti aspetti

agevolazioni fiscali per il cancello elettrico

Questo articolo è dedicato a tutte le persone che non vivendo in un condominio e dovendo affrontare delle spese a volte ingenti per cambiare o riparare il cancello elettrico, l'impianto luminoso, il montascale....non sanno che hanno diritto alle agevolazioni fiscali del 50 % per tutto il 2015.
Gli uffici tecnici poi non aiutano contribuendo  a creare confusione a chi cerca di capirci qualcosa, con moduli che su internet misteriosamente non ci sono, presunte responsabilità attribuite alle imprese di manutenzione che a loro volta non sano che pesci pigliare.



montascale elettrico con detrazioniilluminazione led esterno detrazioni


Eppure dovrebbe far comodo sapere che per cambiare il cancello di casa si ha diritto al recupero di metà della spesa affrontata nei 10 anni seguenti. A quanti farebbe comodo sapere che sostituire tutte le illuminazioni esterne del giardino o del cortile con moderne lampade LED da esterno gli costerebbe la metà!



Il cancello elettrico e le agevolazioni fiscali per la manutenzione ordinaria

Unica condizione: che la casa in questione, e quindi il giardino o il cortile in questione, appartenga a più persone. Ma quanti sono i casi in cui in una stessa casa vivono i nonni al piano terreno, i figli al primo piano e i nipoti ancora più su perchè a loro fare le scale ancora non costa nulla.
I lavori di manutenzione ordinaria, così come vengono classificati questo tipo di interventi, a quanto si legge sul sito dell'agenzia delle entrate nella guida delle agevolazioni fiscali 2015, sono coperti dalle agevolazioni SOLO se i lavori riguardano le parti comuni dell'edificio e il rinnovamento e la manutenzione di impianti tecnologici esistenti.

Quindi, in caso di una villa unifamiliare con subalterni differenti intestati a persone differenti (nonno, figli , nipoti) l'intervento è  paragonabile ad un intervento in un condominio.
Come per riparare un ascensore in un condominio, caso sicuramente più diffuso anche grazie alla conoscenza in materia degli amministratori, si ha diritto alle agevolazioni fiscali, anche sostituire o riparare un cancello elettrico garantisce lo stesso diritto.

Basta compilare un modulo, non serve il tecnico, il geometra o l'architetto

esempio modulo per detrazioni
Esempio del modulo da presentare
A volte si pensa erroneamente che il diritto alle agevolazioni fiscali riguardi solamente inteventi grandi dove serve un tecnico, un architetto o un geometra.
La manutenzione ordinaria NON ha l'obbligo di un tecnico, il modulo è il più delle volte scaricabile da internet sul sito del comune ( se non c'e' bisogna recarsi personalmente e richiederlo)  e la compilazione riguarda solamente il proprietario ( o meglio i proprietari) e talvolta l'impresa incaricata per eseguire il lavoro.

Il proprietario deve solamente riempire un modulo e ha diritto al rimborso durante 10 anni di metà della spesa sostenuta, senza sborsare un euro in carte presunti tecnici o altro.

Se si è ancora indecisi se montare o no il montascale, sostituire le luci in giardino con faretti a LED da esterni, cambiare il cancello elettrico che si è rotto, spero che questo articolo aiuti a scegliere in maniera più consapevole.



Per maggiori informazioni e consulenze Lacasapensata è disponibile anche su Facebook



TOTEM portatelevisore in legno e lampada LED

UN PORTATELEVISORE E UNA LAMPADA LED IN UN UNICO MOBILE



porta televisore lampada led soggiorno
Dopo il floppydisk, il videoregistratore e il walkman, il televisore a tubo catodico è un altro oggetto che la mia generazione vede lentamente scomparire. Alcune generazioni che navigano abitualmente su internet nemmeno se lo ricordano più che in salotto c'era un mobile la cui unica funzione era reggere il televisore. E se quel mobile è scampato ai traslochi e alle ristrutturazioni, ora sembra così grosso e ingombrante per il televisore che regge, così sottile che sembra un quadro da appendere al muro.

I reggitelevisori presenti sul mercato non sono più mobili


Oggi i televisori si appendono al muro, esistono sul mercato una quantità di staffe e bracci regolabili in ogni direzione. Alcuni minimali, altri in forma di farfalla o arrotondati, però la verità è che tutte queste decorazioni, tutti i tentativi di rendere una staffa per appendere il televisore al muro più simpatica, poi alla fine non si vedono.
Chi invece all'idea del mobile sotto il televisore non vuole rinunciare si orienta più sui TOTEM portatelevisore, ossia elementi verticali in grado di accogliere una mensola o un contenitore per il lettore DVD.


lampada led soggiorno
Il mobile portatelevisore in legno che nasconde i cavi e arreda il soggiorno
Ciò che accomuna tutti questi TOTEM portatelevisore, ciò che non convince il più delle volte, è il loro aspetto, la superficie, il materiale impiegato.
Una placca in plastica lucida che sale dal pavimento, spigolosa o smussata, rettilinea o sinuosa, mal si abbina con il resto dei mobili in salotto.
Va bene il TOTEM portatelevisore, ma non deve sembrare un alieno in salotto, nemmeno se il televisore è di ultimissima generazione e sembra davvero che si possa piegare solo torcendolo.

Il mobile verticale è un Totem in legno massiccio



mobile portatelevisore in legno
La luce calda illumina l'ambiente e si comanda a distanza

Per un cliente a Milano Lacasapensata ha progettato un TOTEM portatelevisore ora in fase di realizzazione interamente in legno.
Un mobile che si sviluppa principalmente in verticale, sembra sottilissimo grazie al sottosquadro del pannello frontale e allo smusso di 45 gradi. Basta guardarlo invece da vicino e da un lato e si percepisce il reale spessore, massiccio, ben saldo alla parete e appoggiato al pavimento come fosse una lesena della parete.


totem TV

totem TV su misura


Il TOTEM in legno non è una boiserie, il suo scopo non è quello di nascondere semplicemente la parete, ma essere un mobile, quindi contenitivo.
A 25 cm. da terra c'è un primo contenitore, uno scatolotto anch'esso munito di spigoli a 45 gradi per marcare il rigore geometrico. Ogni faccia si conclude con uno spigolo.

Sopra lo scatolotto in legno per contenere il lettore DVD una mensolina in vetro, semplicemente innestata  all'interno di una fresata praticata nel pannello centrale.

Il televisore è saldamente ancorato alla parete grazie ad una staffa, la più semplice possibile dato che la sua presenza è dovuta esclusivamente alla funzione. La staffa non esprime e non vuole esprimere alcuna presenza estetica, dato che è il mobile visivamente a reggere il televisore.

portatelevisore in legno
Il miglior modo di guardare lo schermo della televisione è farlo con una luce d'ambiente. Gli occhi non si affaticano e se all'improvviso si ha bisogno di luce per cambiare canale o mettere in pausa non bisogna cercare l'interruttore.

Il TOTEM portatelevisore in legno è anche una lampada LED.
Una sottile fresata accoglie una striscia LED dalla luce omogenea e calda, una esile lama di luce che sale e lava il muro illuminando quanto basta il soggiorno.

L'intensità della luce è regolabile grazie ad un telecomando, cosi proprio come al cinema quando inizia il film le luci si abbassano, e buona visione!







ESEMPIO DI PERIZIA DI STIMA IMMOBILIARE





La casa è uno degli investimenti più grossi che si fanno nel corso della vita, è una scelta tra le più difficili e decidersi a comprare può voler dire anche anni di ricerca e trattative, soprattutto perchè non è così chiaro sapere quanto vale la casa che si sta per comprare o che si desidera vendere.



Di seguito un esempio di perizia di stima immobiliare

Per info pratiche e consulenze scrivere a lacasapensata@gmail.com




INDICE

1. PREMESSA
1.1 SOGGETTO INCARICATO DELLA PERIZIA
1.2 IDENTIFICAZIONE DELLA COMMITTENZA
1.3 ESTREMI E FINALITÀ DEL CALCOLO
1.4 DOCUMENTAZIONE
2. IDENTIFICAZIONE DEL BENE OGGETTO DI PERIZIA
2.1 CARATTERISTICHE GENERALI
2.2 UBICAZIONE E ACCESSIBILITÀ
2.3 ESTREMI CATASTALI
2.4 PROPRIETÀ, VINCOLI , IPOTECHE
2.5 DESCRIZIONE DELLA SITUAZIONE URBANISTICA
2.6 RISPONDENZA ALLA NORMATIVA EDILIZIA URBANISTICA
3. PROFILO TECNICO DEL BENE
3.1 STRUTTURA E FINITURE
3.2 IMPIANTI TECNOLOGICI
3.3 STATO DI CONSERVAZIONE
3.4 MISURA DELLA CONSISTENZA-MISURA DELLA SUPERFICIE COMMERCIALE
4. STIMA DEL BENE
4.1 STIMA SINTETICA CON FONTI INDIRETTE/DIRETTE
5. CONCLUSIONI
6. ALLEGATI


1-PREMESSA


1.1 SOGGETTO INCARICATO DELLA PERIZIA
Architetto Luca Maioli, iscritto all’Albo degli Architetti di Milano
1.2 IDENTIFICAZIONE DELLA COMMITTENZA
Incarico assegnato da:
.........   
In data ….......
1.3 ESTREMI E FINALITÀ DELLINCARICO
Valutazione Immobiliare del fabbricato sito in ......
Stima effettuata in data …........
1.4 DOCUMENTAZIONE
Il committente ha messo a disposizione:
...................

2-IDENTIFICAZIONE DEL BENE OGGETTO DI PERIZIA


2.1 CARATTERISTICHE GENERALI
L’immobile è ubicato in Via ….... nel comune di ….... Si tratta di una casa
indipendente risalente ai primi anni del '900, con annesso magazzino uso autorimessa
indipendente e circondato da un grande giardino di proprietà.
La casa principale presenta due piani fuori terra e un piano interrato uso cantina,
essendo costituita da: un piano terra rialzato di tre scalini rispetto alla quota stradale, il
piano nobile.
L'impianto distributivo prevede una grossa scala centrale a doppia rampa, zona giorno al
piano terra e zona notte al piano nobile.
Gli ingressi al piano terra sono tre. Un ingresso principale su via ….., un ingresso prospiciente il cortile sul retro e un ingresso laterale su una
porzione di casa che volendo potrebbe essere una unità totalmente indipendente.
I locali che costituiscono l'immobile principale sono:

Piano Interrato:
-cantina: 61,6 mq
Piano Terra:
-bagno: 1,7 mq
-cucina: 17,4 mq
-soggiorno: 24 mq
-scala centrale: 21 mq
al piano terra vi è poi una ulteriore unità alla quale si accede da una porta che apre sul
grande vano scala centrale, ma munita comunque di un ingresso indipendente, costituita
da:
-cucina:6 mq
-bagno: 5,9 mq
-soggiorno: 13 mq
-camera: 9,3 mq
-locale caldaia, areato

Piano Primo:
-3 camere da letto: 16 mq, 18,5 mq, 17, 4 mq
-2 bagni: 6,5 mq e 4,4 mq (il secondo in cima alla scala)
-terrazza: 26,8 mq

Essendo la casa indipendente ed essendo relativamente distante dalle costruzioni
adiacenti, presenta affacci su tutti i lati, garantendo quindi una buona illuminazione di
tutti i locali, pur avendo entrambi i soggiorni rivolti a nord (verso la facciata principale)
e le cucine a sud (verso il cortile privato).
I rapporti aeroilluminanti delle stanze sono ampliamente soddisfatti data la notevole
altezza delle finestre (2,20 mt)
Per quanto riguarda il magazzino, questo è costituito da un grosso ambiente unico, privo
di partizioni interne, di ca. 75 mq di sup. lorda, disposto come si può vedere in
planimetria.
2.2 UBICAZIONE E ACCESSIBILITÀ
Il bene oggetto di stima è localizzato in corrispondenza dell' incrocio tra le vie ....
La zona è centrale, la posizione è strategica e relativamente vicina alla stazione della
ferrovia.
Il quartiere sorge in una zona signorile e ricca di verde. Gli spostamenti verso i servizi e
le attività commerciali avvengono per di più con un mezzo proprio.
2.3 ESTREMI CATASTALI
.......
2.4 PROPRIETÀ, VINCOLI, IPOTECHE
La proprietà comunicatami è del sig. …....., tuttavia non è stato possibile da
parte del sottoscritto verificare la presenza di vincoli o ipoteche.
2.4 DESCRIZIONE DELLA SITUAZIONE URBANISTICA
Si riporta un estratto delle Norme Tecniche:
......
2.5 RISPONDENZA ALLA NORMATIVA EDILIZIA E URBANISTICA
Non è stato possibile recuperare l'estratto di mappa al catasto, pertanto non è possibile
verificare con certezza la corrispondenza tra lo stato di fatto verificato e quanto è stato
depositato in seguito agli ultimi lavori di ristrutturazione.

3-PROFILO TECNICO DEL BENE


3.1 STRUTTURE E FINITURE

La costruzione dell'edificio risale ai primi anni del 1900. Dall'anno di edificazione ad
oggi sono stati effettuati interventi di ordinaria manutenzione dell'immobile ed un
intervento di ristrutturazione con parziale ampliamento nell'anno 1995.
Rif. Pratica edilizia n. ….......
Il bene in oggetto presenta una struttura portante in muratura, l'intonaco esterno è in
buono stato di conservazione. Tavolati interni in laterizio.
Le porte interne sono di tre tipi:
-porte in legno a doppia anta vetrate, verniciate con smalto testa di moro, parzialmente
scostate
-porte in legno con specchiatura piena in legno, verniciate con smalto testa di moro,
parzialmente scostate
-N. 6 porte in legno tamburato ad una anta, varie dimensioni, finitura sup. in noce
tanganica. Fornite e posate in occasione dei lavori del 1995.
Le finestre sono di due tipi:
-N. 5 finestre, varie dimensioni, per una sup. vetrata totale di ca. 8,8 mq, in:
legno pino di Svezia sp. 5,5 cm., complete di vetrocamera 4+12+4 mm e tapparelle
avvolgibili in PVC, fornite e posate in corrispondenza dei nuovi locali realizzati al p.t.
nel 1995.
-N. 12 finestre varie dimensioni + N. 3 portefinestre varie dimensioni, per una sup.
vetrata totale di ca. 14 mq al p.t. + 26 mq al p.1 = 40 mq totali, in:
alluminio verniciato testa di moro sp. 5,5 cm , complete di vetrocamera 4+12+4 mm.
Fornite e posate successivamente ai lavori del 1995.
I pavimenti sono di vari tipi:
-grès ceramico per i locali al piano terra. Formato quadrato 30X30 posa sfalsata,
battiscopa in grès.
-moquette per i locali al piano primo, tranne N. 2 camere e bagni, battiscopa in legno
-laminato legno flottante su pavimento preesistente. ca. 36 mq per N. 2 camere al piano
primo, battiscopa in legno
-grès ceramico per i bagni al piano primo + rivestimento ceramico h. 200 cm.
-scale con gradini in granito, in buono stato di conservazione
-pavimento terrazza di tipo galleggiante in quadrotti di cemento. Probabile ripiegatura di
guaina impermeabilizzante su muri perimetrali insufficiente. Distacchi dell'intonaco
presenti appena sopra il battiscopa ceramico.
Il tetto presenta struttura in legno in buono stato di conservazione, non si verifica
presenza di strutture marce o danneggiate da funghi. Le tegole sono di tipo marsigliese,
le gronde e i discendenti in rame. Il solaio del sottotetto presenta uno strato di
isolamento con tappetino in lana minerale srotolato a pavimento a coprire tutta la
superficie in pessimo stato di conservazione.
3.2 IMPIANTI TECNOLOGICI
L'abitazione è dotata di impianto di riscaldamento autonomo con caldaia murale interna,
di impianto elettrico autonomo e di impianto idrosanitario. Tutti gli impianti sono stati
realizzati in occasione dei lavori di ristrutturazione del 1995 e perfettamente
funzionanti. I corpi radianti sono termosifoni in ghisa installati durante i lavori.
3.3 STATO DI CONSERVAZIONE
L'immobile si presenta in buono stato di conservazione. Esternamente per quanto
riguarda le facciate gli unici segni di degrado sono quelli dovuti ad agenti biologici ed
umidità, in particolar modo per quanto riguarda il balconcino sopra l'ingresso principale,
facilmente rimovibile con pulitura a getto d'acqua. Le persiane e gli avvolgibili in legno
si presentano invece in cattivo stato di manutenzione, così come i serramenti in legno
rivolti a sud che necessiterebbero una carteggiatura delle superfici esterne e
l'applicazione di 2/3 mani di vernice protettiva all'acqua. Le guarnizioni e i meccanismi
di chiusura sembrano in buono stato di conservazione.
Le tapparelle avvolgibili in PVC relative ai serramenti in legno al piano terra si
presentano in discrete condizioni.
I serramenti in alluminio si presentano invece in buono stato.
Internamente all'edificio le condizioni sono buone, eccetto la presenza di umidità di
risalita nelle pareti perimetrali esterne rivolte a nord quindi più fredde, in cui si ha
parziale distacco e sfarinamento dell'intonaco fino ad un'altezza di 40 cm. da terra con
conseguente presenza di muffe.
Le pareti e i soffitti di parte dei locali presenti al piano terra necessiterebbero di essere
imbiancati, ma non si constata la necessità di ulteriori lavorazioni.
Il primo piano si presenta generalmente in buono stato di conservazione, con eccezione
delle serrande in legno oramai da sostituire e il parapetto metallico della terrazza
oggetto di ampliamento, privo di vernice protettiva e localmente ossidato.
3.4 MISURA DELLA CONSISTENZA – MISURA DELLA SUPERFICIE COMMERCIALE
Per il computo della superficie commerciale si ricorre a quanto stabilito dalla norma
UNI 10750. Da questa norma sono stati tratti i coefficienti di differenziazione delle
superfici.
Come da UNI 10750 la sup. Lorda non può superare il 10% della sup. calpestabile,
quindi si è tenuto conto della sup. calpestabile incrementata del 10% per il calcolo della
sup. commerciale.

Tabella delle consistenze:

tabella consistenze superfici
Tabella delle Consistenze. Superfici commerciali suddivise per piano

Nello stato di fatto attuale la sup. commerciale è pari a 367 mq (arrotondamento per
eccesso).

Poiché la norma UNI 10750 non stabilisce coefficienti relativi alla vetustà e allo stato di
manutenzione dell’immobile, tali coefficienti non sono stati applicati.

4-STIMA DEL BENE

4.1 STIMA SINTETICA CON FONTI INDIRETTE/DIRETTE
Da una ricerca del mercato immobiliare a ….., dove è sito l'immobile, si è
constatato che esiste un mercato immobiliare abbastanza attivo, tale da garantire un
raccolta di dati significativa a definire il valore di mercato del bene oggetto di stima.
Sono state confrontate le informazioni desunte da due fonti opportunamente distinte:
fonti indirette, ricavate dalla banca dati dell'Agenzia del Territorio, raccogliendo i
valori di mercato al metro quadro per residenze; fonti dirette ricavate da agenzie
immobiliari del luogo e siti web, ricercando immobili con caratteristiche simili al bene
oggetto di stima.

Le caratteristiche dell'immobile per la perizia immobiliare

Si riportano sinteticamente in tabella le caratteristiche del bene oggetto di stima:
Fonti indirette – Agenzia del Territorio

Tabella delle quotazioni dall'Agenzia del Territorio

Sono stati considerati i valori delle abitazioni civili residenziali a …......,
Fascia/zona Centrale, Cod. di zona: B, Microzona catastale n. 1
Considerando uno stato NORMALE di conservazione, il valore di
mercato che risulta dall'analisi è pari al valore medio, cioè 1325 Euro /MQ.

Fonti Dirette
Un'analisi degli operatori locali ha fornito i seguenti valori:
www.........it 1295 Euro/MQ
www.........it 1422 Euro/MQ
www.........it 1424 Euro/MQ
Si riportano, sinteticamente in tabella, le descrizioni degli immobili presi in
considerazione per la stima ed il relativo valore di mercato:

Caratteristiche immobili con caratteristiche simili sul mercato e prezzi al MQ


Ai prezzi al MQ è stato applicato un deprezzamento del 7%, valore che generalmente
viene aggiunto al prezzo di vendita nel mercato preso in considerazione
Euro/MQ da fonti Deprezzamento 7%

1814 .....1686
1433 .....1333
2114 .....1966
1194 .....1110
1029 .......957
2000 .....1860
830 .........771
1083 .....1007
1200 .....1116
1591..... 1479
1553..... 1443
1453..... 1351

Si deduce un valore medio pari a 1340 Euro /MQ , valore simile a quello fornito dall'
Agenzia delle Entrate e che pertanto verrà ritenuto valido.
Il valore dell'immobile in questione è pari quindi a Euro 1340*367= 491.780 Euro

5-CONCLUSIONI


ASSAGO, MERCOLEDÌ 26 NOVEMBRE 2014

Io sottoscritto Luca Maioli, in base all'incarico affidato dalla sig. ra …...... in data …..., ho stimato il valore di mercato dell'immobile di proprietà del sig. …...... , ove attualmente risiede essendo coniuge, comparandolo con il valore di mercato dello stesso immobile se non fosse stato oggetto di intervento di ristrutturazione nel'anno 1995.

I lavori del 1995 hanno determinato infatti delle migliorie allo stabile, che altrimenti
avrebbe dovuto essere stimato con valori relativi ad uno scadente stato di conservazione

Tali migliorie si possono riassumere in: Manutenzione del tetto, sostituzione dei
serramenti, rifacimento degli impianti idrico ed elettrico, voci cui importi sono stati precedentemente quantificati.  

Considerando i vari deprezzamenti stabiliti in base allo stato di manutenzione attuale, il valore dell'immobile in questione è pari a Euro 491.780, mentre l'aumento del valore commerciale in seguito ai lavori del 1995 risulta pari a Euro 75.782.



Quanto costa presentare una pratica in ritardo nella città dell' EXPO ?

Siamo a Milano è il 2015 e a capodanno ci ostiniamo ogni volta a festeggiare.


Ottenere le agevolazioni previste in caso di ristrutturazione presentando le pratiche a lavori già iniziati o addirittura a lavori terminati può risultare parecchio caro nel 2015 a Milano,
la città dell' EXPO.

Lavorare in Italia per un tecnico che ha a che fare con gli uffici comunali non è cosa affatto semplice, primo perchè non è facile districarsi tra i nomi e le sigle delle numerose pratiche richieste dagli altrettanto numerosi uffici, secondo perchè con il passare degli anni le procedure non si aggiornano sostituendosi ma si affiancano, di fatto raddoppiandone il numero.

Se poi si osa lavorare in un comune differente, e si badi bene, comune, non città, per presentare qualsiasi pratica che abbia a che fare con l'edilizia privata (della pubblica non ne parliamo nemmeno), il tecnico in questione deve ricominciare da zero costretto a mendicare informazioni all'ufficio tecnico per fare correttamente il proprio lavoro, ma qui si potrebbe cominciare un discorso troppo lungo...

Ma quanto costa presentare una pratica in ritardo?


Siamo a Milano, è il 2015 e abbiamo iniziato dei lavori di ristrutturazione a casa  senza avere presentato la prevista comunicazione di inizio lavori all'ufficio tecnico comunale.
Bisognava solamente spostare un muro interno per ingrandire la cucina e rifare il bagno, l'impresa incaricata non ne sapeva niente,  ma risulta che per ottenere le agevolazioni  fiscali previste bisogna avere presentato un documento al comune in cui un tecnico incaricato comunichi tra le altre cose in cosa consistono i lavori.

Si chiama CIAL a Milano questo documento, in altri comuni può chiamarsi CIA , o CIL, ma il mondo è bello perchè è vario come si dice.

I lavori sono già iniziati dunque, le prime fatture ai muratori già pagate, così come le finestre che all'ultimo abbiamo deciso di cambiare perchè per il risparmio energetico le agevolazioni al 65% sono davvero convenienti ed è un peccato lasciarsele scappare.
Manca solo la comunicazione al comune, bisogna presentarla anche se in ritardo se no si perde il diritto agli aiuti!

I regali di EXPO MILANO 2015


Siamo a Milano, bisogna pagare l'EXPO e il comune ha deciso che la penale per la presentazione della Comunicazione di Inizio Attività Libera (CIAL) passa dalle 86 Euro (in caso di lavori non ancora ultimati) , o in alternativa dal versamento di  258 Euro (in caso di lavori già realizzati), a rispettivamente 333 Euro e 1000 Euro.

IL modello CIAL del comune di Milano non più in vigore 

Un incremento dunque di quasi il 400% semplicemente passando da un anno con l'altro, visibile comparando il modello del 21.10.2013 con lo stesso modello in corso di validità e scaricabile da internet sul sito del comune datato 13.11.2014.
Se poi per curiosità si scaricano altri moduli simili ma riguardanti altri comuni ci si rende conto che il regalo è solo per i milanesi, perchè le tariffe altrove si sono mantenute le stesse dal 2013.


IL modello CIAL in vigore con evidenziate le sanzioni in caso di ritardo nella presentazione della comunicazione



Ci si aspettava una sanzione in caso di mancanza di autorizzazione per spostare un muro in una casa che in definitiva è proprietà privata avendola pagata ogni mese per 30 anni, ma non questo.
Non rimane che mandar giù l'ennesimo boccone amaro ricordandosi della notte del 31, quando spumante alla mano si festeggiava l'inizio dell'anno nuovo.



I nostri servizi:

A disposizione per qualsiasi tipo di consulenza offriamo i nostri servizi a Milano e dintorni per evitare di trovarsi un giorno a pagare una sanzione che qualcuno vuole sia più salata che altrove.
Per info e consigli senza impegno scrivere a lacasapensata@gmail.com











Etichette

.CUCINE SU MISURA MILANO (3) ace (1) agevolazione mobili (1) agevolazioni (12) agevolazioni risparmio energetico (2) agevolazioni 50% ristrutturazioni arredo (1) alvaro siza (1) anticatura legno (3) Architetto (5) architetto agevolazioni fiscali (1) architetto assago (1) ARCHITETTO BIOEDILIZIA (1) architetto milano (2) ARCHITETTURA ECOSOSTENIBILE (1) armadio (1) Arredamento (8) arredamento con detrazioni 50% (1) arredamento autoprodotto (1) arredamento milano (1) arredare casa piccola (1) ARREDARE OPEN SPACE (1) arredo bagno (6) arredo bagno in muratura (1) arredo soggiorno (1) arredo su misura milano (1) assago (2) ASSAGO CUCINA SU MISURA (1) assistenza e consulenza tecnica acquisto casa (2) bagno in muratura intonacato (1) bambù (1) BARRE LUMINOSE (1) bioedilizia (2) Bonus Mobili (5) bucare solaio (1) CABINA ARMADIO (1) cambiare le ante dell'armadio (1) cappotto esterno (2) cappotto interno (2) cappotto sughero (2) cartongesso (1) casa luminosa (1) cassettiera appesa (1) cassettoni (1) Catasto (1) certificazione energetica (1) CIAL (1) CILA (1) COIBENTAZIONE TERMICA PARETI PERIMETRALI (1) come realizzare (1) come realizzare finitura vintage (1) COME TRATTARE IL PARQUET (1) compravendita (1) consigli per ristrutturare (1) consigli ristrutturazione (1) Consulenza (1) Consulenze (4) contenitore (1) contenitori su misura (1) cornici personalizzate (1) cornici quadri (1) cornici specchi (1) cornici su misura milano (1) corso falegnameria milano (1) costi (1) costo architetto (1) costo ristrutturazione (1) cubi (1) cucina appesa (1) cucina in legno massello (1) cucina in muratura (1) cucina in muratura milano (1) CUCINA RINNOVATA (1) cucina su misura (2) cupola a stella (1) cupola bambù (1) cupola geodetica (1) decapato (2) decapé (2) decorare il legno (1) demolizioni (1) Deontologia (2) detrazione (1) Detrazioni fiscali (11) detrazioni fiscali milano (1) eliminare il corridoio (2) Esterni (2) Eventi (2) evitare macchie da condensa (1) falegname (1) Feste (2) fiera di osnago 2014 (1) finestra bagno cieco (1) finestra sul tetto piano (1) finitura mobili (1) forare terrazzo (1) Formazione (1) fusione appartamenti (1) gessofibra (1) Giardino (2) guadagnare spazio (2) idee per decorare mobile (1) idee per ristrutturare (1) Illuminazione (2) ILLUMINAZIONE SOTTOPENSILI (1) impermeabile (1) Impresa (9) ingrandire la camera (1) ingrandire la cucina (1) INIEZIONE CELLULOSA (1) iniezione materiale isolante (1) INIEZIONE SUGHERO (1) insufflaggio (2) INSUFFLAGGIO MILANO (2) intercapedini murarie (1) intonaco marocchino milano (1) ISOLAMENTO (2) isolare pareti perimetrali (1) lampada in legno per specchio (1) lampada sopra specchio (1) lavabo in muratura (1) lavabo in pietra (1) LED (3) Legno (5) legno anticato (2) legno invecchiato (2) letti ribaltabili (1) LIBRERIA BIFACCIALE (1) luce in casa (1) luce per bagno in legno (1) luce specchio ad incasso (1) lucernario su lastrico solare (1) LUCI LED (1) macchie nere (1) macchie sul soffitto (1) manutenzione ordinaria milano (1) MANUTENZIONE PARQUET (1) manutenzione straordinaria milano (1) materiali innovativi (1) MATERIALI NATURALI (1) MILANO (2) mobile bagno in muratura (1) mobile bagno in muratura milano (1) mobile in gasbeton (1) mobile rivestito in gres (1) mobili bagno in legno (1) mobili bagno in muratura (1) mobili in legno tamburato (1) mobili in muratura (2) mobili trasformabili (1) modificare impianto riscaldamento (1) Monolocale (1) Monolocali (1) mosaico in marmo milano (1) mostra architettura (1) muffe (1) OLIO PER IL PAVIMENTO (1) Parcella (3) parcella architetto (2) PARQUET IN LEGNO MASSELLO (1) parquet legno massello (1) penisola in legno (1) piani in pietra (1) piano in muratura (1) piastrelle curve (1) planimetria catastale (1) porto poetic (1) pratiche e documentazione per agevolazioni (1) pratiche edilizie (7) preventivo architetto (1) Prima e dopo ristrutturazione (1) problemi di umiditá (1) PROGETTARE CON LA LUCE (1) progettazione (17) PROGETTAZIONE ARREDAMENTO INTERNI (1) PROGETTAZIONE ARREDAMENTO MILANO (1) progettazione arredo bambini (1) progettazione bagno (3) Progettazione e realizzazione stand fieristici (1) progettazione milano (1) progettazione mobili su misura (1) progettazione monolocale (2) progetto online (1) progetto preliminare (3) quanto costa spostare un calorifero (1) Riciclo (2) rifacimento bagno (2) rifare pareti (1) riformare cucina (1) rinnovare ante (1) rinnovare cucina (1) risanamenti (1) risparmio energetico (4) ristrutturare bagno (1) ristrutturare con la luce (1) ristrutturare con le agevolazioni (1) RISTRUTTURARE SENZA OPERE MURARIE (1) ristrutturazione (18) ristrutturazione bagno (2) ristrutturazione milano (2) Ristrutturazioni (4) rivestimento bagno (1) rivestimento cucina (1) robusto (1) scala (1) scala contenitore (1) SCALA IN LEGNO (1) scala soppalco (1) SFRUTTARE IL SOTTOSCALA (1) soprascala libreria appesa (1) sostituire le ante dell'armadio (1) sostituire TOP LOW COST (1) SOTTOSCALA LIBRERIA (1) SOTTOSCALA SALVASPAZIO (1) souto de moura (1) specchiera (1) SPECCHIERE BAGNO A LED (1) spostamento termosifone (1) spostare un calorifero (1) stardome (1) studio nuova distribuzione (1) studio progettazione milano (2) SUDDIVIDERE SENZA MURI (1) tavolo su misura (1) terra cruda (1) torchis (1) umiditá da condensa (1) vassoio (1) verniciatura vintage arredamento (1) visura catastale (1) visura online (1)

Translate